Al Capellini-Sauro il Liceo delle Scienze Applicate

Pubblichiamo il testo del comunicato stampa della Provincia della Spezia nel quale il Presidente Marino Fiasella interviene sulla questione del Liceo Scientifico delle Scienze Applicate, erede del Liceo Scientifico Tecnologico.

La riforma Gelmini è stata al centro dell’attenzione costante della Provincia in questi mesi. Il suo iter tormentato, la necessità di assumere decisioni rapide e chiare, la scelta di mantenere un costante colloquio con i Dirigenti Scolastici delle singole scuole, con la Regione Liguria, con l’Ufficio Scolastico Regionale sono stati accompagnati dalla grande prudenza nell’effettuare comunicazioni ufficiali. Questa prudenza è stata dettata dalla necessità di comunicare solo notizie certe, in modo da fornire ai cittadini, in questo clima generale di disorientamento, elementi sicuri per poter serenamente affrontare la scelta che i ragazzi in uscita dalla scuola media e le loro famiglie dovranno assumere entro il 26 marzo 2010.

E’ per evitare ulteriore confusione che ritengo opportuno chiarire quello che avverrà il prossimo anno per le iscrizioni al liceo scientifico. Una prima questione riguarda gli aspetti giuridici. Il Consiglio di Stato ha chiarito, nel parere espresso al Ministero, che la scelta per l’attivazione degli indirizzi, ivi compresa quella riguardanti le opzioni dei licei, spetta alle regioni, e quindi, in base alla legge regionale n. 18/2009, alle province. Non c’è contraddizione, quindi, tra la riforma e le scelte concordate tra Provincia della Spezia, Regione Liguria ed Ufficio Scolastico Regionale. Viceversa si è operato applicando la normativa vigente.

Ma la questione più rilevante riguarda il merito, e cioè i criteri che sono stati adottati per la scelta di confermare lo Scientifico Tecnologico al Capellini come unica opzione in Provincia della Spezia dell’articolazione del Liceo Scientifico.

In questi anni le famiglie hanno in modo crescente orientato le scelte dei loro figli verso l’istruzione liceale scientifica, e quindi verso i Licei Scientifici Pacinotti e Parentucelli e verso quella che è stata fino ad oggi la sperimentazione del Liceo Scientifico Tecnologico del Capellini.

Sono esperienze di scuola importanti e qualificanti nel panorama dell’offerta di Istruzione in provincia.

In una parola: sono tutti indirizzi che “funzionano”, con risultati scolastici di eccellenza e soddisfazione dei ragazzi e delle scuole. Per lo Scientifico Tecnologico la sperimentazione si è potuta avvalere, a partire dal 1994, di laboratori e strutture adeguati e presenti solo al Capellini, a cui si è unita una progressiva capitalizzazione di competenza con la formazione di un corpo docente qualificato e coeso.

La scelta di confermare l’impianto esistente, pur nella nuova dizione dello Scientifico Tecnologico che si chiamerà dal prossimo anno “Liceo Scientifico delle Scienze Applicate”, non penalizza nessun istituto, anzi valorizza le buone cose realizzate in questi anni, facendo passare quella che era una semplice sperimentazione a scelta stabile di ordinamento.

La scelta della Provincia della Spezia di prevedere il nuovo Liceo Scientifico delle Scienze Applicate laddove era presente la sperimentazione dello Scientifico Tecnologico è peraltro quella adottata in tutta Italia.

I Decreti del Ministro Gelmini sono stati approvati in seconda lettura dal Consiglio dei Ministri due giorni fa, e solo da oggi sono disponibili sul sito del Ministero. La loro pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale avverrà non prima della fine del mese di febbraio. Non posso in questa sede non rimarcare come scelte così importanti vengano compiute dal Governo in modo così ravvicinato alla scadenza delle iscrizioni, consentendo alle regioni ed agli enti locali solo poche ore per assumere a loro volta le scelte che contano per i cittadini, e cioè sapere quali saranno gli indirizzi attivati alla Spezia ed in provincia e presso quali Istituti.

Mi riservo nei prossimi giorni di presentare un quadro completo e chiaro di quella che sarà l’offerta di Istruzione per il prossimo anno nella nostra Provincia, ma non ho voluto, almeno sulla questione dei licei scientifici, che rimanessero ombre od incertezze.

Marino Fiasella

Inserisci il tuo codice utente ID di google analytics del tipo: UA-19001110-1