Primi classificati al VI TROFEO DEI NAUTICI

VI trofeo dei Nautici

Sabato 26 Aprile all’interno del prestigioso Trofeo Accademia Navale di Livorno si e’ svolto  il VI Trofeo Remiero Nazionale degli Istituti Nautici. Cinque quest’anno   gli Istituti Nautici partecipanti, la “mancanza di fondi nelle scuole si fa sentire“ commenta un po’ amareggiato il Prof. Toni Alessandro, punto di riferimento della manifestazione. Gli Istituti Nautici partecipanti sono quelli di  Bastia, Porto Torres, Genova, La Spezia  e due equipaggi del “Cappellini” di Livorno per i maschi, La Spezia e Livorno per le femmine.  Il medagliere da quando la manifestazione si è spostata a Livorno (il primo trofeo si e’ svolto alla Spezia) era in parità:  Labronici 2 vittorie contro le 2 del Nautico N. Sauro della Spezia. Comprensibile dunque da parte dei nostri allievi l’impegno e la voglia di “migliorare“. L’appuntamento è alle 10 del mattino agli Scali Novi Lena. Equipaggio maschile del Nazario Sauro: Danubio Nicola IVC, Vanni Francesco IVB, Fricano Davide IVC, Carnieri Nicola VA, al timone Albero Agnese IIIA. Equipaggio femminile: Albero Agnese IIIA, Efeso Anna IIIC, Bennati Margherita IIC e Vesco Linda I, al  timone Danubio Nicola IVC, accompagnati dal prof. Isoppo Bruno Maria di Tecnica Nautica, dal loro allenatore Sergio Mori e dall’ A.T. Agostino Bensa. Cielo sereno e una leggera brezza le condizioni meteo alla partenza, 900 mt di percorso, 3 giri di boa, gara a cronometro. Partono per primi i Corsi di Bastia e poi Porto Torres che per la prima volta partecipa alla gara facendo segnare un tempo discreto. Poi la  batteria femminile del Nautico di Genova e a seguire le allieve del N.Sauro. Fin dalle prime battute è evidente la disparità nella tecnica a favore delle nostre allieve capitanate dalla Albero che alla fine del percorso fanno segnare un tempo di 6’32”, un minuto in meno delle loro compagne genovesi. Primo posto femminile dunque! e ora tocca ai ragazzi che partono per penultimi. La vogata e’ tecnica e lunga, bella da vedersi, come commenta l’allenatore delle squadre dei livornesi,  30 colpi al minuto, partenza bruciante e poi la remata diventa distesa.  I gozzi sono pesanti e bisogna “farla scivolare“ come ha raccomandato l’allenatore Sergio Mori all’equipaggio. Ultimo giro la fatica comincia a farsi sentire ma il nostro equipaggio ha un tempo perfetto e non molla e  all’arrivo il cronometro si ferma a 4’38”32. Un bel tempo! ma ora bisogna fare i conti con la squadra “A” dei padroni di casa. A metà percorso si capisce che la gara sarà sul filo di lana, gli equipaggi si equivalgono, poi forse un giro di boa appena un po’ largo punisce i pur forti Livornesi e il cronometro si ferma ad un soffio, poco più di un secondo dal tempo dei nostri, che conquistano il primo posto e la vittoria che mancava da due competizioni.

Inserisci il tuo codice utente ID di google analytics del tipo: UA-19001110-1