Category Archives: News

Esperto di comunicazione nei rapporti di lavoro

Da parte dell’Istituto di Istruzione Superiore «Capellini-Sauro» verrà istituita una graduatoria di personale idoneo allo svolgimento di attività di formazione rivolta agli alunni che partecipano al progetto di Alternanza Scuola Lavoro sui seguenti temi:

  • Comunicazione nei rapporti di lavoro;
  • Dinamiche relazionali in ambito lavorativo;
  • Colloquio di lavoro;

I requisiti che gli aspiranti debbono possedere sono:

  • Laurea in psicologia o similari;
  • Specializzazione in comunicazione;
  • Avere avuto esperienze precedenti sugli argomenti da trattare;

La domanda, corredata del curriculum vitae, deve essere presentata entro le ore 12,00 del 22.03.2010.

In allegato il testo integrale del Bando:

  • Bando per la [download id=”199″ format=”5″]

Orientamenti

Il videoclip “Orientamenti”, nato nel gennaio 2010 dalla collaborazione del Laboratorio Televisivo “MediaLab” dell’I.I.S. “Capellini-Sauro” e del Servizio Pubblica Istruzione della Provincia della Spezia, intende illustrare le caratteristiche essenziali della nostra scuola attraverso immagini, interviste e testimonianze di chi l’istituto l’ha frequentato in passato o di chi ci lavora e ci studia ancora oggi.

Gli studenti del Liceo Capellini a scuola nel Parco

Riportiamo il testo della Newsletter n. 2-2010 dell’Ente Parco Montemarcello-Magra.

Quattro studenti delle classi quarte del liceo Scientifico Tecnologico dell’Istituto di Istruzione Superiore «Capellini – Sauro» della Spezia sono stati accolti dall’Ente Parco di Montemarcello per un percorso formativo di 96 ore nel mondo del lavoro. Gli studenti hanno potuto svolgere lo stage presso l’Ente Parco, seguendo lo stesso orario di lavoro dei dipendenti e dedicandosi allo studio del territorio dell’Area protetta con particolare riferimento al censimento delle specie vegetali, all’individuazione di itinerari naturalistici attraverso ricerche documentali presso gli uffici dell’Ente Parco e con uscite sul territorio sotto la guida delle Guardie Parco Volontarie.

Al termine dell’esperienza il lavoro dei ragazzi del Capellini-Sauro si è concretizzato nell’ideazione e produzione di una brochure divulgativa sulle peculiarità naturalistiche e ambientali della zona di Montemarcello.

Lo stage svolto rientra nei progetti di alternanza Scuola-Lavoro secondo i quali gli studenti che hanno compiuto 15 anni hanno la possibilità di svolgere il periodo formativo attraverso l’alternanza di studio e lavoro, sotto la responsabilità dell’istituzione scolastica, sulla base di apposite convenzioni con le imprese o con gli enti pubblici e privati, disponibili ad accogliere gli studenti per periodi di apprendimento in situazione lavorativa.

Dai banchi di scuola al Parco

Pubblichiamo un articolo apparso sul portale del Parco Nazionale delle Cinque Terre, ente presso il quale due studentesse del Liceo Scientifico Tecnologico hanno svolto l’esperienza di alternanza scuola-lavoro.

Da alcuni anni l’Istituto Superiore “Capellini-Sauro” della Spezia aderisce al progetto alternanza scuola-lavoro, proposto e disciplinato dalla riforma Moratti del 2003: Chiara e Selene hanno scelto l’Ente Parco per il loro percorso formativo nel mondo del lavoro.

Due settimane per calarsi nel microcosmo della comunicazione multimediale. Questo il difficile obbiettivo dello stage di Chiara e Selene, due giovani studentesse spezzine, che hanno strascorso le 96 ore previste dal progetto alternanza scuola-lavoro presso l’ufficio stampa del Parco Nazionale delle Cinque Terre.

Per chi come loro è nato e cresciuto “respirando” tecnologie moderne e applicazioni informatiche, il primo ostacolo, prendere dimestichezza con i software che quotidianamente vengono utilizzati per la gestione del portale del Parco, è stato superato con facilità e disinvoltura.

Il passo successivo è stato quello di seguire sin dalle prime fasi di “gestazione” la nascita di un testo per l’Agenzia Stampa del Parco: pensare ad un titolo efficace, ad un sottotitolo esaustivo e ad un corpo testuale frizzante e di facile lettura.

«Inizialmente ci sembrava un’impresa quasi impossibile, abbiamo provato e riprovato non ottenendo un risultato che ci soddisfacesse – hanno dichiarato Chiara e Selene – ma il nostro obiettivo era quello di imparare e quindi ci siamo “rimboccate le maniche” e finalmente abbiamo raggiunto il nostro intento».

Stimolante e completamente nuova l’esperienza del montaggio dei contributi video.

«Siamo rimaste affascinate – hanno sottolineato le giovani studentesse – dalle tecniche e dai “trucchi” adoperati dagli operatori per realizzare i filmati per il sito ufficiale del Parco, per i social network e per la tv via cavo che trasmette nelle Cinque Terre.

Un’esperienza breve, ma intensa e a tratti faticosa. Una full immersion nel mondo nel lavoro che sicuramente, oltre a far scoprire nuovi ruoli professionali, ha fatto comprendere a Chiara e Selene che in fin dei conti il “mestiere dello studente” non è poi così male.

«Arrivate alla fine del nostro stage, se ci guardiamo alle spalle, – hanno concluso le ormai ex stagiste – possiamo vedere due settimane uniche e stancanti, che ci hanno catapultate in un mondo nuovo e tutto da scoprire. Ringraziamo quindi il Parco per averci concesso questa opportunità».

Silvia Paolillo
24 febbraio 2010

La lavagna interattiva multimediale low cost diventa realtà

270210lim1Dopo un primo periodo di “rodaggio”, l’IIS Capellini Sauro è passato alla fase operativa del progetto LIM low cost.

La lavagna, sperimentata e messa a punto nel laboratorio di Sistemi e Automazione, è ormai diventata una realtà all’interno di tutto l’istituto.

L’idea, sviluppata inizialmente in Italia da alcune scuole aderenti al Progetto Marconi di Bologna, è piaciuta al prof. Peroni che l’ha realizzata con un costo di circa 100 euro.

Questa lavagna, a differenza della LIM tradizionale, utilizza il controller di una console Nintendo Wii per tracciare il movimento di un led a infrarossi che il docente tiene in mano come una normale penna. Un apposito pacchetto di drivers, completamente gratuito, permette al controller di pilotare in remoto il pc come un mouse a distanza.

Attraverso software, ancora open source, come Whyteboard, Pointofix, Open Office ed altri, è possibile utilizzare un qualunque sistema pc – proiettore – schermo da proiezione come una normale LIM, ad un prezzo ben più contenuto.

270210lim2Questo ha permesso al prof. Peroni di svolgere le proprie lezioni non più sulla lavagna in ardesia ma su un grande foglio bianco virtuale sul quale ha potuto “incollare” immagini tratte da libri, fotografie di pezzi meccanici, elettronici, elettromeccanici, apportando le opportune modifiche e annotazioni.

Le “lavagnate” così prodotte durante le lezioni, in formato PDF, sono scaricabili dalla pagina personale del professore a cui i ragazzi hanno normalmente accesso per il reperimento dei materiali didattici utilizzati in classe.

Oltre al prezzo, il vero vantaggio del sistema è il fatto di poter trasformare, in pratica, qualsiasi superficie bianca in una LIM, riducendo drasticamente i rischi di rottura o danneggiamento. Si estende così, ad ogni classe dotata di un muro bianco sufficientemente ampio, la possibilità di avere una lavagna interattiva multimediale.

È stato, dunque, allestito per l’area umanistica, le cui lezioni si tengono in classe, un apposito carrello su cui trovano posto un pc portatile, un proiettore e un controller, con cui il prof. Lucchin ha potuto svolgere le sue prime lezioni interattive con le classi dell’IIS Capellini Sauro.

Proprio la possibilità di condensare il tutto in un carrello ed un foglio bianco ha permesso alla scuola di allestire, in pochi minuti, una lavagna anche presso il Salone Orientamenti all’Expo di La Spezia.

270210lim3L’entusiasmo dei ragazzi, la magia di un semplice foglio virtuale appeso su cui fare annotazioni, la semplicità di un oggetto familiare a tutti, la possibilità di controllare e programmare robot a distanza muovendo un pennarello sul muro, hanno attirato l’attenzione e la curiosità di tutti i visitatori.

Particolarmente apprezzata dai tanti genitori in visita allo stand è stata, altresì, la possibilità per gli alunni di scaricare da internet gli appunti delle lezioni svolte in classe. Tale servizio, infatti, è apparso molto rassicurante in quanto consente, in caso di assenza, di avere comunque a disposizione la traccia della lezione persa.

270210lim4L’idea è stata vivacemente accolta anche dai ragazzi delle classi della specializzazione Meccanici che, al salone Orientamenti, hanno dimostrato di avere una grande padronanza dell’apparecchiatura ed hanno deciso di utilizzare questo strumento anche per effettuare la presentazione delle loro tesine di maturità.

L’ultima idea del prof. Peroni, sperimentata proprio al salone, è stata l’allestimento di una webcam con cui catturare, in tempo reale, le immagini di circuiti, pezzi meccanici, documenti su carta, da utilizzare all’interno delle lezioni. Questo strumento, ancora in fase di sperimentazione, ha già dato i sui frutti al salone, permettendo la presentazione interattiva di robot, particolari meccanici e circuiti realizzati all’IIS Capellini e dimostrando, così, di poter ampliare ulteriormente le potenzialità della LIM nella didattica in classe.

Inserisci il tuo codice utente ID di google analytics del tipo: UA-19001110-1