Category Archives: Progetti

Tre studenti spezzini sul podio di SeaFuture per lo studio sui cetacei nel Golfo della Spezia

La giornata conclusiva del 1° ottobre è stata caratterizzata dalla presentazione di diversi progetti al “SeaFuture” nei padiglioni dell’Arsenale della Marina Militare alla Spezia. Particolare, tra le altre, è stata quella del “Progetto Giona”, poiché gli  ”annunciatori” erano tre ragazzi: due studenti della 5° liceo del Capellini-Sauro e una ex alunna del liceo Pacinotti. Grazie all’aiuto della professoressa Pamela Nascetti e del fisico tedesco Walter Zimmer, questi ragazzi sono riusciti a studiare approfonditamente quello che è il mondo dei cetacei delle acque spezzine. Il progetto Giona è un progetto ambientale che ha lo scopo di avvicinare le nuove generazioni allo studio, alla conoscenza e al rispetto degli ecosistemi marini. Dopo una breve introduzione al progetto da parte della stessa prof. Nascetti e del vicedirettore del CMRE (Centre for Maritime and Experimentation) il colonnello Sembenini, ha esordito la giovane studentessa Oumaima Attarki parlando delle specie di cetacei che stabilmente abitano il nostro mare. Ma perché proprio il Golfo della Spezia? Perché è all’interno del Santuario Pelagos, una zona estremamente interessante per l’elevata presenza di diverse specie di cetacei. Particolare attenzione è stata data allo studio dei tursiopi e del loro biosonar, ovvero l’organo con cui attuano l’eco localizzazione, il loro modo di “vedere” nelle buie e profonde acque del mare. Successivamente il liceale Federico Cappa ha continuato l’esposizione spiegando quelli che sono stati gli studi condotti sull’evoluzione della popolazione di questa specie. Secondo il modello utilizzato da questi studenti, a quest’ora dovrebbero essere presenti circa 44.000 tursiopi nel nostro mare! Vista l’erroneità di questa stima hanno poi definito un modello più corretto e realistico che tiene conto di determinati fattori. Ritenuto importante è il “fattore antropico”, ovvero i vari tipi di inquinamento prodotti dall’uomo. E’ stato poi posto l’accento sull’inquinamento acustico marino approfondito dettagliatamente dall’ultima presentatrice, la ormai studentessa universitaria Chiara Domenici. La sua esauriente spiegazione di quelli che sono gli effetti dell’inquinamento acustico hanno evidenziato i gravi problemi che causa negli animali: la temporanea o permanente perdita dell’udito della fauna marina, la sospensione della caccia in una determinata per via del rumore costante che comporta anche la migrazione in altre zone della popolazione. La presentazione si è poi conclusa con la spiegazione dei vari obiettivi del progetto: la presa di coscienza da parte del pubblico, e dei giovani soprattutto, dell’importanza dello studio dei suoni in ambiente marino, la sensibilizzazione sull’inquinamento acustico e dei suoi effetti sulla fauna e la richiesta di una banca dati molto estesa dove poter inserire i suoni antichi, odierni e anche futuri, delle varie specie di cetacei.

Video di presentazione del progetto

Percorsi di educazione civica: il Capellini-Sauro sul podio


Medaglia di bronzo per Filippo Cortesi, Martina Serra, Giacomo Campi, Elisabetta Scialpi della classe 2ªECH. I ragazzi hanno eseguito un video sui cambiamenti climatici che ha convinto la giuria per “efficacia comunicativa, argomentazioni, dote di sintesi e creatività” piazzandosi al terzo posto nel concorso “Gocce di sostenibilità”, percorsi di educazione civica a tema ambiente e sostenibilità.
Complimenti ai nostri ragazzi e menzione d’onore anche per Riccardo Guerra che, con Elisabetta Scialpi ha montato un altro bellissimo video.

CAMBIAMENTO CLIMATICO e sue conseguenze


La classe 2ª ATL ha partecipato al progetto “Cambiamento climatico e sue conseguenze” attraverso la visione del film Antropocene e la partecipazione online alla discussione critica sui temi dell’inquinamento e del cambiamento climatico.

Cinema portatore “sano” di legalità


Nonostante le difficoltà dovute alla grave situazione pandemica che si protrae ormai da diversi mesi, l’attività didattica all’interno del nostro istituto non si è mai arrestata, proseguendo con la DAD e arricchendosi di nuove modalità e strumenti. In particolare per quanto riguarda noi alunni delle classi 1^ e 2^ ATL quest’anno, con il supporto delle professoresse Quarta, Iovine e Cucciniello, abbiamo approfondito alcune tematiche affrontate nelle loro rispettive materie (Storia, Ed. alla Cittadinanza, Diritto e Scienze). Alle lezioni in DAD abbiamo aggiunto eventi ed attività di gruppo che hanno sicuramente stimolato l’interesse di noi alunni in maniera diversa. Infatti la nostra classe ha partecipato al progetto Cinema, portatore sano di LEGALITÀ, in seguito ad un gentile invito che Silvano Andreini, presidente dell’Associazione Film Club Germi di La Spezia, ha rivolto al nostro istituto. Grazie a questo coinvolgimento abbiamo avuto in un primo momento la possibilità di assistere alla proiezione del film-documento ANTROPOCENE: l’epoca umana; a seguito di questa visione il 12 marzo le due classi del Nautico sono state invitate ad una conferenza in streaming con il giornalista Dr. Marco Gisotti, esperto nel settore etica ambientale. Durante l’incontro, moderato da Francesco Crispino, docente e critico cinematografico, abbiamo avuto la possibilità di relazionarci con i nostri interlocutori, sempre molto disponibili nel rispondere alle nostre domande e riflessioni su argomenti assai rilevanti, soprattutto per il futuro di noi giovani. Abbiamo così approfondito le problematiche evidenziate nel film attraverso delle domande di carattere civico-ambientale.

Il Capellini Sauro contribuisce alla diminuzione dell’effetto serra


Le classi 1ECH, 2ECH e 3 ECH, hanno aderito al progetto “Gocce di sostenibilità”, percorsi di educazione civica a tema ambiente e sostenibilità, progetto che si sviluppa all’interno dell’evento Revolution, “Un giro intorno alla Terra”, un’iniziativa multidimensionale sul tema della sostenibilità, organizzata da zeroCO2, Comparte e Flowe. Con tale partecipazione le classi hanno garantito l’acquisto di di un albero che verrà piantato e farà parte di un bosco dedicato all’evento.
IL percorso si articolerà attraverso la visione di video sui principali temi ambientali, seguita da approfondimenti sulla app Aworld (app ufficiale ONU). Gli alunni infine creeranno un video dove cercheranno di “convincere i nonni dell’esistenza della crisi climatica”.
Gli autori dei video migliori saranno premiati. In bocca al lupo ai nostri ragazzi

Inserisci il tuo codice utente ID di google analytics del tipo: UA-19001110-1