This is default featured slide 1 title
This is default featured slide 2 title
This is default featured slide 3 title
This is default featured slide 4 title
This is default featured slide 5 title
 

Presentazione del Piano ISS

Il piano ISS (insegnare scienze sperimentali) rappresenta la sfida del nostro paese nei confronti del preoccupante calo di immatricolazioni giovanili nelle università italiane nei corsi di laurea ad indirizzo scientifico. La scienza e la formazione scientifica diffusa rappresentano un bene pubblico, una necessità di una società moderna alla pari dei saperi e delle attività intellettuali.

In tale direzione è stato istituito un gruppo di lavoro a livello nazionale per lo sviluppo della cultura scientifica presieduto dal prof. Luigi Berlinguer; in questa commissione sono rappresentate tutte le entità interessate come associazioni dei docenti, musei, ecc.

II piano ISS, nelle sue linee guida, si pone i seguenti obiettivi:

  • promuovere lo sviluppo professionale dei docenti;
  • individuare strategie didattiche laboratoriali;
  • promuovere un programma pluriennale per dotare le scuole delle attrezzature strumentali, spazi, ecc;
  • ridefinire i curricoli delle discipline scientifiche e tecnologiche attraverso una dimensione sperimentale;
  • coinvolgere nel processo tutte le risorse presenti sul territorio (musei, imprese, enti di ricerca, enti locali, associazioni culturali, ecc).

Nell’ambito regionale, il programma operativo prevede un gruppo di pilotaggio e un istituto presidio in ogni provincia a cui sono affiancate delle figure tutoriali (selezionate dall’USR – Liguria e in corso di formazione ad opera del Ministero della Pubblica Istruzione).

Nella provincia della Spezia è stato individuato come istituto presidio l’I.T.I.S. «Giovanni Capellini», al quale sono stati assegnati tre tutor (uno per ogni ordine di scuola) per attivare le linee guida del progetto:

  • prof. Roberto Antiga (Scuola Media Statale Alfieri-Mazzini)
  • prof.ssa Marisa Neri (Istituto Comprensivo di Castelnuovo Magra)
  • prof.ssa Ilaria Lombardi (Istituto Comprensivo di Bolano)

La prima fase prevede la formazione dei tutor e il censimento delle risorse presenti sul nostro territorio.

A partire presumibilmente da gennaio 2008, le figure tutoriali provvederanno alla definizione di percorsi finalizzati alla formazione dei docenti, alla realizzazione e attivazione di percorsi didattici in verticale (dalla scuola primaria al biennio delle superiori), alla condivisione di materiali didattici in rete, ecc.

Per i docenti coinvolti nel Piano ISS è stata creata dall’Agenzia Nazionale per lo Sviluppo dell’Autonomia Scolastica (ex Indire) una piattaforma di lavoro, utile per mantenere i contatti con i tutors nonché per scambiare esperienze e materiali didattici.

Documento di base del Piano ISS

Calendario scolastico

Viene pubblicato il Calendario relativo all’anno scolastico 2008-2009, comprensivo delle festività deliberate dalla Giunta regionale e dal Consiglio di Istituto.

Calendario scolastico
  date motivazioni
Inizio delle lezioni: 15 settembre 2008  
Fine 1° quadrimestre: 24 gennaio 2009  
Fine delle lezioni: 13 giugno 2009  
Sospensione delle attività didattiche: Tutte le domeniche  
31 ottobre 2008 Delibera del Consiglio di Istituto
1 novembre 2008 Ognissanti
8 dicembre 2008 Immacolata concezione
dal 24 dicembre 2008 al 06 gennaio 2009 Vacanze natalizie
24 febbraio 2009 Delibera del Consiglio di Istituto
19 marzo 2009 Santo patrono
20 e 21 marzo 2009 Delibera del Consiglio di Istituto
dall’8 aprile 2009 al 15 aprile 2009 Vacanze pasquali
25 aprile 2009 Anniversario della liberazione
01 maggio 2009 Festa del lavoro
02 maggio 2009 Delibera della Giunta regionale
01 giugno 2009 Delibera della Giunta regionale
02 giugno 2009 Festa della Repubblica

I.T.I.S. in… forma

È disponibile il consueto foglio di notizie predisposto per le famiglie e consegnato a tutti i genitori degli alunni delle classi prime che il 30 settembre 2008 incontreranno il Dirigente scolastico e il suo staff.

scarica il documento

Regolamento di Istituto

Con l’anno scolastico 2008-2009 entra in vigore il nuovo Regolamento di Istituto che recepisce la recente normativa (D.P.R. n. 235/2007).

Laboratorio ITIS

L’Istituto Tecnico Industriale Statale G. Capellini, il Liceo Scientifico A. Pacinotti, l’Istituto Comprensivo di Castelnuovo, Presidi Territoriali per i piani nazionali ISS e " onclick="window.open(this.href);return false" onkeypress="window.open(this.href);return false" href="http://www.siscas.net/matabel/">, nell’ambito della propria autonomia, organizzano nelle rispettive sedi una serie di eventi di divulgazione scientifica. In particolare l’Istituto G. Capellini per il periodo da martedì 7 ottobre a lunedì 13 ottobre organizza una serie di attività laboratoriali rivolte agli insegnanti e studenti delle scuole elementari e medie e ai cittadini tutti. L’approccio alla maggior parte delle attività proposte è del tipo interattivo e per scoperta. Il visitatore viene accompagnato attraverso semplici esperienze svolte singolarmente o in piccoli gruppi alla scoperta di fenomeni scientifici, alla conoscenza di processi tecnologici. Ogni attività è svolta nella stretta osservanza delle norme di sicurezza.

Orario visite e prenotazioni

Le visite sono previste nei seguenti orari:

Mattino dei giorni feriali dal 7 al 13 ottobre
Fascia 1 dalle 8:00 alle 10:15 (Gruppi scuole)
Fascia 2 dalle 10.45 alle 13:00 (Gruppi scuole)

Pomeriggio dei giorni 7, 9, 10 ottobre
dalle 14:00 alle 16:00 (Gruppi scuole e visitatori privati)

E’ possibile accedere ad un solo laboratorio per ciascuna fascia oraria.

I visitatori privati non necessitano di prenotazione.

Per prenotazioni telefonare ai numeri 0187/502217 e 0187/507042

Laboratori proposti

Laboratorio di Fisica
codice Titolo Descrizione
LAF1 Da Galilei all’autovelox La riproposizione dell’esperienza di Galilei del moto lungo il piano inclinato con materiali "poveri"Il moto in assenza d’attrito con la rotaia a cuscino d’aria Lo studio dei moti "rapidi" tramite i trasduttori e le moderne apparecchiature di acquisizione dati
LAF2 Cerchiamo di essere equilibrati! La deformazione elastica e i dinamometri Equilibrio di un punto sottoposto a più forze (regola del parallelogramma) Ricerca della condizione d’equilibrio per un’asta infulcrata
LAF3 Luce, colore e visione Giochi di riflessione e rifrazione della luce Scomposizione della luce con lo spettroscopio Formazione delle immagini con lenti e specchi
LAF4 Fluido come l’aria o l’acqua Le proprietà dei fluidi: principio di Pascal Fenomeni connessi con la pressione atmosferica Cadere o galleggiare: verifichiamo la legge d’Archimede
LAF5 Piccoli lavoretti con l’elettricità Costruzione di circuiti elettrici elementari con utilizzatori in serie e parallelelo Il magnetismo: magnetismo terrestre, realizzazione di elettromagneti, esplorazione di campi magnetici, forze di origine magnetica
Laboratorio di Chimica
codice Titolo Descrizione
LAC1 Luce colore e visione: Tanti colori insieme Cambiamo colore Quando fa caldo? La clorofilla è sempre verde? Le reazioni proposte si basano sul cambiamento di colore identificativo di trasformazioni della materia e considerano sostanze di uso quotidiano
LAC2 Chi è acido? Chi è basico? E i neutri esistono? Identificazione di sostanze acide, basiche, neutre sia di utilizzo quotidiano che presenti in laboratorio attraverso indicatori e misure con pHmetro
LAC3 Caldo-caldo Freddo-freddo Sviluppo di gas e trasporto di piccoli corpi solidi Varie tipologie di reazioni: esotermiche, endotermiche, di precipitazione, di ossidazione
LAC4 Fiamme colorate Gli elementi opportunamente eccitati da una sorgente di energia emettono radiazioni caratteristiche dell’elemento, la fiamma del becco di Bunsen evidenzia quelle di maggiore intensità
LAC5 Facciamo camminare una macchinina senza benzina Attraverso il dispositivo di Hoffmann si ottiene idrogeno dall’acqua con processo elettrolitico. Con una cella a combustibile alimentata ad idrogeno si ottiene energia che viene utilizzata per far percorrere un determinato tratto alla macchinina
Laboratorio di Biologia
codice Titolo Descrizione
BIO1 Le cellule al microscopio Allestimento e osservazione diretta da parte di ciascun allievo di preparati con e senza colorazione (cloroplasti nelle cellule di Elodea, granuli di amido nelle cellule di patata e stomi nelle foglie dei gerani, cellule del lievito di birra e spori nelle felci)
BIO2 Analisi degli alimenti Individuare la presenza di amido o glucosio in: pane , pasta , riso , mela, patate, chicco uva, farine)
BIO3 I tessuti del corpo umano al microscopio Osservazione al microscopio di tessuti dei vari apparati del corpo umano (osseo, muscolare, sangue, cartilagineo)
BIO4 I lieviti e la fermentazione L’osmosi Descrizione della cellula di lievito e dimostrazione della produzione di anidride carbonica Fenomeno dell’osmosi nelle foglie di Elodea
Laboratorio CAD
codice Titolo Descrizione
CAD1 Disegnare senza matita Primo approccio al disegno tecnico assistito al computer
Laboratorio Tecnologico
codice Titolo Descrizione
LAT1 Tirare, deformare e spezzare Prove meccaniche sui materiali metallici
Laboratorio di Elettronica
codice Titolo Descrizione
ET1 Semplici realizzazioni nel laboratorio di elettronica Modello didattico di stazione meteorologica con indicazione della direzione del vento, anemometro, termometro Trasmissione e ricezione di segnali ad infrarossi e ultrasuoni Visualizzazione della forma d’onda della voce umana tramite plotter La trasmissione e la ricezioni di segnali radio
Laboratorio di Elettrotecnica
codice Titolo Descrizione
EL1 Termografia Impianto semaforico Impianti civili e industriali Le caratteristiche essenziali del mondo attorno a noi sono spesso nascoste allo sguardo e traspaiono soltanto ad una visione più approfondita e particolare. Con la Termografia ci è offerta l’opportunità il nostro corpo, il nostro ambiente di vita, i nostri luoghi di lavoro con "nuovi occhi elettronici" che scoprono caratteristiche essenziali e solitamente non visibili. Simulazione di un impianto semaforico che regola il traffico nell’incrocio Viale S. Bartolomeo – Viale Italia. Realizzazione pratica di Impianti civili e industriali con pannelli didattici: accensione e spegnimento di lampade da più punti, avviamento temporizzato di due motori, etc.
Laboratorio di Informatica
codice Titolo Descrizione
INF1 Robottiamo! Musica maestro Sperimentazione di piccoli robot: proviamo a programmarli Giochiamo con le potenzialità dell’informatica musicale
INF2 Videogiochiamo in casa Su un altro pianeta Videogiochi costruiti da studenti. Descrizione del funzionamento e della realizzazione Simulazione al computer del sistema solare da Dante ad oggi
Laboratorio MediaLab
codice Titolo Descrizione
MLAB1 Trucchiamo la TV! Sperimentazione di trucchi televisivi nello studio TV Medialab
Inserisci il tuo codice utente ID di google analytics del tipo: UA-19001110-1